Supporto per il CAN Bus

Support for CAN Bus (Hi-res)

23 March 2004
Category: Automotive Diagnostics

Pico Technology aggiunge le forme d'onda CAN Bus al proprio software di diagnostica automobilistica

  • Software per oscilloscopio basato su PC - v 5.10
  • Forme d'onda e preset campione CAN Bus
  • Configurazione automatica

Cambridge, Regno Unito - 23 marzo 2004 - Pico Technology, società produttrice di soluzioni di controllo e misurazione basate su PC, annuncia il lancio del sistema CAN Bus a supporto del proprio prodotto PicoScope.

PicoScope, il software per oscilloscopio basato su PC, è al cuore dell' Automotive Diagnostics Kit , il corredo di strumentazioni per il settore automobilistico realizzato dalla Pico Technology e già vincitore di diversi riconoscimenti. L'aggiunta delle forme d'onda e dei preset CAN Bus permette ai tecnici di verificare la presenza e l'integrità dei segnali CAN Bus prima di investigare eventuali guasti segnalati dal computer diagnostico di bordo (OBD).

Alan Tong, Direttore tecnico di Pico Technology, ha commentato: "CAN Bus viene utilizzato con sempre maggiore frequenza nelle vetture moderne. Integrando il PicoScope con le nuove soluzioni CAN Bus, l'utente può verificare che i dati vengano scambiati continuamente lungo il CAN Bus e che i livelli di tensione picco-picco dei segnali alti e bassi complementari siano corretti".

Il nuovo software, la cui versione è 5.10.0, presenta forme d'onda campione CAN Bus, tra cui: integrità del segnale CAN Bus, visualizzazione dati CAN Bus e cattura di segnali LH CAN Bus. Quando l'utente apre una forma d'onda campione, PicoScope si configura automaticamente per i livelli ottimali di base temporale, scale di tensione e impostazioni degli impulsi di scatto. All'apertura, PicoScope visualizza inoltre gli help files - sebbene questa funzione possa essere disabilitata.

"L'aggiunta delle forme d'onda CAN Bus e degli help files alla versione automobilistica di PicoScope - conclude Tong - accresce enormemente le capacità diagnostiche della vettura, consentendo ai tecnici di adottare un approccio più metodico al rilevamento dei guasti".